venerdì 28 agosto 2015

La croce della vita

"Potevo voltare le spalle al dirupo e tornare sui miei passi, o decidere di fare il salto e scoprire cosa mi riservava il futuro"


La croce della vita
di Valentina Marcone
Nativi Digitali edizioni


Trama
La tradizionale famiglia felice con mamma, papà e due figli? Storia vecchia. Molti bambini crescono benissimo con due papà o una mamma single. Io ho avuto un'infanzia splendida e sono crescita con tre uomini, Michele, Gabriel e Raffaele, i Fratelli Sincore, che di angelico hanno solo i nomi. Non mi hanno scelta, né adottata, sono stati praticamente costretti a tenermi con loro e contro ogni aspettativa, invece che mangiarmi, mi hanno amata come una figlia. Esagero? No, sono tre vampiri. Certo, essere la profetica bambina che sigilla la pace tra due razze ha sicuramente aiutato, ma tenermi al sicuro non implicava loro di crescermi e amarmi come invece hanno fatto.

Ah dimenticavo, sono una Furia. - Deva

***
Il lettore quando inizia un romanzo (se la storia è bella) diventa parte integrante di quello che accade: vive le emozioni dei personaggi, si arrabbia, si innamora, soffre, parte per delle avventure... Leggere è una catarsi. Chi lo fa ogni giorno, inesorabilmente, rubando il tempo al sonno (come faccio io), vive queste emozioni ancora di più, perché sa come perdersi in una storia. Quindi se vi dico che dopo aver finito "La croce della vita" avevo il cuore che batteva all'impazzata, le mani strette a pugno ed altre emozioni che mi vibravano in corpo (no, non ve le dico altrimenti rischierei di spoilerarvi qualcosa) potete capire quanto mi sia piaciuto il primo libro della saga di Valentina Marcone.

Prendete tre vampiri cattivi, ma veramente cattivi, dategli una neonata bellissima, che li ammalia. Ecco come inizia questa storia storia, a raccontarcela è proprio il fratello maggiore di questa dinastia di leggendari e perfidi vampiri: Michele. Solo più avanti, il punto di vista diventerà quello di Deva. È lei la vera anima del libro, volete una protagonista con gli attributi? Eccola, ma tutto sommato sarebbe stato strano se fosse stata una rammollita, perché lei è una furia. E vi assicuro che furie e vampiri sono un'accoppiata avvincente.

Quello che mi è piaciuto di più è che questo romanzo è un preludio, prepara il lettore a quello che accadrà. Nel frattempo lo accompagna alla scoperta di Deva e della sua stramba famiglia formata da questi tre vampiri assetati di sangue, che si chiamano come gli arcangeli e che la introducono alla conoscenza di ogni piccolo aspetto della vita: dalle normali materie scolastiche a lezioni più particolari.

La scrittura di Valentina ha la capacità di fare immedesimare il lettore nella storia: ho vissuto con Michele le sue perplessità, i dubbi e il profondo legame che piano piano lo lega sempre di più a Deva. Con lei ho ricordato le tribolazioni dell'adolescenza, ma ho anche riconosciuto il valore e la caparbietà di una giovane donna in attesa di scoprire cosa le riserva il futuro Anche  Raffaele e Gabriel mi sono piaciuti molto, nei loro punti di forza e nelle insicurezze. Rispetto ai primi due li conosciamo meno, perché non sono mai narratori della storia, ma emerge da subito che, mentre Raffaele è più chiaro, in Gabriel vi sono molte zone d'ombra.

"La croce della vita" mi è piaciuto e ne reclamo con forza il seguito, inoltre vi preannuncio già che si tratta di una serie: evviva!
Buona lettura.


7 commenti:

  1. Ti ringrazio.
    Queste sono quelle cose che ti cambiano la giornata, sapere che la mia storia, i miei personaggi vi stiano così a cuore mi riempie di soddisfazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, mi ha fatto piacere leggere il tuo libro!!! Ora non vediamo l'ora di sapere cosa accadrá :)

      Elimina
  2. Mi piace tantissimo la trama e se ne parli bene dev'essere davvero bello: dritto nella never-ending wishlist XD

    RispondiElimina
  3. m'ispira molto da come l'hai descritto.. la trama poi è molto interessante..sì anch'io finirò per avere una wishlist senza fine :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovremmo fare un gruppo di supporto per noi lettori dalle wishlist infinite :)

      Elimina