martedì 16 giugno 2015

L'ultima volta che ti ho detto addio

"Tutte le cose migliori sono così, però, Lex, le cose più belle. Parte della loro bellezza sta nel fatto che durano poco".





L'ultima volta che ti ho detto addio
di Cynthia Hand
Harlequin Mondadori

Trama
Lexie Rigs è un genio della matematica tutto per lei è rigorosamente razionale, così quando inizia a percepire in casa segni della presenza del fratello - da poco scomparso - non riesce a confidarsi con nessuno. Di certo non lo può dire a sua madre, già convinta che Tyler sia con loro. Non può raccontarlo alle amiche nerd come lei, perché la prenderebbero per pazza. Non può lasciarselo scappare nemmeno con il suo psicanalista: non vuole certo finire imbottita di farmaci. Alla fine, lo confida alla vecchia amica e vicina di casa, Sadie, che non si scompone minimamente di fronte a quell'assurdità, e anzi la aiuta a capire che cosa potrebbe volere Tyler da lei, se davvero si trattasse di lui. Inizia così per Lexie una sorta di viaggio nelle ultime ore del fratello, e ogni tassello del mistero che circonda la sua morte trova piano piano il suo posto. Così Lexie capisce che un fantasma non deve per forza essere vero per impedirti di andare avanti. E ora è il momento di andare avanti.


***
"Il tempo passa, questa è la regola. Non importa cosa succede, non importa quanto tu possa essere certo che la tua vita si sia ormai congelata per sempre intorno a un particolare momento, il tempo continua a procedere"

"L'ultima volta che ti ho detto addio" è un romanzo che parla di dolore e lo fa con una tale profondità che quella sensazione si impadronisce anche di chi legge. Sofferenza, senso di colpa, rabbia, incomprensione, perché è questo che prova Lexie la protagonista del libro da quando suo fratello minore ha deciso di togliersi la vita.

Ve lo dico da subito, così evitiamo di girarci intorno, ho pianto leggendo questo libro, ma ammetto che sono riuscita a passare dal pianto doloroso a quello che lascia trapelare un seme di speranza. Perché per tutta la storia noi accompagnamo Lexie, le teniamo la mano mentre cerca una via d'uscita, cerchiamo di capire i suoi tempi, ci preoccupiamo con lei. La protagonista diventa un'amica che vorremmo consolare e questa è una cosa che non succede con tutti i libri. Accade solo con le storie che veramente riescono a toccare corde profonde dell'animo umano. "L'ultima volta che ti ho detto addio" è esattamente un libro così, scava dentro di noi mettendoci faccia a faccia con uno degli incubi peggiori per una madre, un padre, una sorella, un amico: il suicidio. E lo fa con una delicatezza e una profondità che sono rare, ma in questo caso assolutamente comprensibili.

Cynthia Hand firma un libro che è un piccolo gioiello. Intanto per lo stile con cui scrive, semplice, chiaro, a volte crudo, ma reale e onesto. Poi per la trama, che cattura ed emoziona. E poi perché ci regala dei personaggi cedibili, talmente reali che ci si immerge nella storia e difficilmente se ne viene fuori subito dopo aver letto la parola fine.

Mi è piaciuta la protagonista, Lexie, ho trovato che il suo percorso fosse onesto, così come le sue paure, le domande e i sensi di colpa. Lex ha una forza titanica, che le permette di fare l'impossibile. Mi sono affezionata anche a Ty, il grande assente, quello che ha causato tutto il dolore che scaturisce dalle pagine del libro, lo si conosce grazie i ricordi, gli si vuole bene e anche il lettore viene dilaniato dai "perché". Ho adorato Sadie, lei per me è stata la svolta nella storia, è un personaggio secondario, ma è anche la molla che fa scaturire una serie di eventi. Per ultima vorrei abbracciare la mamma di Lexie e Ty, perché è con lei che ho sofferto di più.

Ma non lasciatevi ingannare da tutto questo dolore, perché in "L'ultima volta che ti ho detto addio" c'è anche speranza, rinascita e crescita. C'è la consapevolezza che il dolore e il vuoto restano, ma la vita va avanti. Un insegnamento di cui fare tesoro.

Un applauso all'autrice che ha fatto luce con delicatezza e verità su una tragedia come quella del suicidio e su tutte le implicazioni che porta con sé.

Bellissimo! Esce oggi (ringrazio Harlequin Mondadori per avermene mandato una copia), non fatevelo scappare.
Buona lettura

2 commenti:

  1. Bello, non vedo l'ora di leggerlo! (...a questo punto preparo anche già i fazzoletti!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa di sì, una bella scatola di fazzoletti!!! Aspetto la tua recensione, allora!
      Un bacione

      Elimina