mercoledì 6 maggio 2015

Libri & cucina: prepariamo il pane a Peyton Place

Sapete cosa succede, vero, di mercoledì? Pubblico la mia rubrica Libri & cucina dove accoppio un libro con una ricetta preparata dalla mia amica Francesca. E chi è più bravo a preparare il pane di una casalinga di tanti anni fa?
Questa settimana  facciamo un salto indietro nel tempo, più precisamente negli anni Quaranta e andiamo a spiare quello che succede in una piccola cittadina del New England.
Peyton Place  di Grace Metalious è stato un romanzo di svolta, che ha strappato il velo su un'intera epoca e sulla vita di quella che, all'apparenza, è una piccola cittadina popolata da gente come si deve.
Ho letto questo libro anni fa e non è raro che mi succeda di aver voglia di riprenderlo in mano, sarà perché leggerlo è un po' come spiare dietro le tende delle case degli altri per scoprire quali sono i loro scheletri nell'armadio, sarà perché questo tipo di storie mi ha sempre messo un po' di angoscia, ma l'ho adorato. Se vi sono piaciuti Twin Peaks e Desperate Housewife è il libro che fa per voi.



Peyton Place
di Grace Metalious
Einaudi

Trama

Una piccola città del New England, negli anni Quaranta. Gente perbene, famiglie solide, religione e lavoro, educazione e rispetto reciproco. Il volto pulito del sogno americano, una facciata pronta a crollare. Violenza familiare, tradimenti, moralismo e intransigenza, le speranze e le disillusioni degli adolescenti, le sconfitte degli adulti: niente è come sembra, a Peyton Place. Un romanzo che è stato letto di nascosto, scandalizzando milioni di persone e vendendo milioni di copie, e che ha dato vita all'industria dei sequel e degli adattamenti, con due serie televisive e due film leggendari. Tra incesto, morte e passione, oscenità e pettegolezzi, Grace Metalious - «Pandora in blue jeans», come veniva chiamata - ha lasciato un'opera che è al tempo stesso pop e trash, rivoluzionaria e imprescindibile.



***


Pane della mezz'ora

Ottimo pane adatto a essere imbottito, il pane della mezz'ora si
distingue anche per la velocità della sua lievitazione, mezz'ora appunto! Comodo quindi in caso di ospiti inattesi o se vi siete ricordati all'ultimo di non aver comprato il pane!

Ingredienti per quattro panini:
400 grammi di farina 0
100 grammi di acqua
100 grammi di latte a temperatura ambiente
20 grammi di lievito di birra
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiaini di sale
20 grammi di burro a temperatura ambiente

Con il Bimby: 
Inserire nel boccale 50 grammi di acqua e il lievito e mescolare 50 sec. vel. 2. Aggiungere latte, zucchero, burro e 200 grammi di farina e impastare 20 sec. vel. 6. Aggiungre gli altri 200 grammi di farina, i restanti 50 grammi di acqua, il sale e impastare 20 sec. vel. 6 e poi 1 minuto e 30 sec. vel. Spiga. Togliere l'impasto dal boccale e lavorarlo con le mani fino a ottenere una palla. 
Dividere in quattro parti e formare degli ovali, stendere ognuno con le mani e poi arrotolare la pasta su se stessa aiutandosi con i pollici spingedo verso l'esterno fino a ottenere un filoncino. Mettere su una teglia ricoperta da carta da forno. Nel frattempo accendere il forno a 250 gradi ventilato e, una volta raggiunta la temperatura, spegnere dopo un minuto e infornare i panini, tenendoli a lievitare mezz'ora nel forno spento. Trascorso il tempo di lievitazione, senza togliere il pane dal forno, riaccendere e cuocere per circa 30-35 minuti solo sopra più ventilato.

Senza il Bimby:
Sciogliere in una tazza il lievito e lo zucchero con due cucchiai d'acqua. Versare latte, burro e sale in una ciotola, unire metà acqua e metà farina e iniziare a mescolare, poi aggiungere il lievito sciolto con lo zucchero, la restante farina e impastare fino a ottenere un impasto morbido (regolando eventulamente acqua e farina). Proseguire come sopra.
Buon appetito!
Francesca

3 commenti:

  1. Non avevo mai sentito parlare di questo libro e nemmeno della sua autrice ma...ho visto praticamente tutte le puntate di Desperate Housewife quindi credo proprio possa piacermi! Leggendo la ricetta del pane mi viene in mente la casalinga disperata n.1: Bree Van de Kamp ! Hihihi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da fan di Desperate Housewife e lettrice del libro credo proprio che possa essere di tuo gusto :) Bree mi fa venire i brividi solo a pensarla :) hahaha

      Elimina
  2. Ogni volta che leggo questa rubrica mi viene fame (anche se ho appena finito di mangiare XD)! Mi piace molto il libro che hai accoppiato alla ricetta, mi interessano molto le storie particolari dove si cercano gli scheletri negli armadi altrui, e una piccola cittadina è il luogo ideale per ambientare una storia simile!
    Complimenti per la bella idea e un bacio :)

    RispondiElimina