giovedì 10 aprile 2014

Una ragione per restare

"Ho passato gran parte della mia vita a cercare di arrivare a un futuro che ancora non è arrivato, o a evitare un passato del quale non riuscivo a liberarmi. Non ricordo quando ho smesso di vivere nel presente, di aggrapparmi alle cose che stavo facendo".



Una ragione per restare
Rebecca Donovan
Newton Compton editori

Il primo capitolo della trilogia Il nostro segreto universo ci aveva lasciati con il fiato sospeso. Il finale inaspettato e al cardiopalma poteva essere veramente un dispetto per i lettori di Una ragione per amare, ma per fortuna la casa editrice dopo poco ha fatto uscire Una ragione per restare, ma devo confessarvi che forse per avere pace dovremo aspettare il capitolo conclusivo della trilogia, Una ragione per vivere in uscita il 30 aprile.
Ritroviamo Emma, la scuola, la sua amica Sara e naturalmente anche Evan, il suo ragazzo. La storia si arricchisce di nuovi personaggi, in particolare della madre di Emma, Rachel, con cui la giovane decide di andare a vivere per cercare di recuperare il rapporto.
Ovviamente dopo la brutalità a cui è stata sottoposta per lungo tempo i suoi incubi restano e le si ripresentano puntuali quasi ogni notte. Oltre a questo dimostra di essere ancora incapace di fidarsi al cento per cento degli altri, cosa che la porterà a confidarsi con il fidanzato della madre, Jonathan,  con cui condivide sogni che non lasciano chiudere gli occhi. Fra di loro si instaurerà un legame molto profondo che porterà Emma lontano da Sara ed Evan.
Anche questa volta il finale è mozzafiato e lascia tutto in sospeso.
A differenza del primo libro dove Emma appare come una vittima, in questo nuovo capitolo, dove è forte della consapevolezza di avere accanto qualcuno che le vuole bene, forse l'avrei voluta un pochino meno in balia degli eventi e, soprattutto, delle persone. Mi sento un po' tradita dalla protagonista, ma capisco che a volte l'età può portare a commettere errori, a fidarsi troppo delle persone sbagliate, non ascoltando, invece, chi ci vuole veramente bene.
Aspetto con trepidazione il terzo.

Nessun commento:

Posta un commento